Come Preparare Risotto al Nero di Seppia

Ciao a tutti, buon venerdì e buon quarantesimo compleanno ad Amoon, carissimo ti auguro tutto il meglio e spero che finalmente tu possa trovare la persona giusta, intanto goditi le tue belle feste, con amici e parenti. Questo è l’ultimo post che pubblico prima delle vacanze, fino ai primi di gennaio le pubblicazioni saranno irregolari, ma ci terremo in contatto via Facebook.

La ricetta che pubblico oggi è l’ennesimo risotto, che però è stato molto gradito in famiglia e mi servirà per condividere la prossima settimana un menu natalizio, che può essere sfruttato anche in altre occasioni, per intolleranti/allergici ai latticini.

Io ho sempre apprezzato molto il risotto al nero di seppia e al ristorante lo prendo spesso, ho provato a farlo a casa, per concedermelo qualche volta in più.

Per quattro persone procuratevi 4 etti di seppie pulite e tagliate, con le sacche del nero, riso (calcolate due pugni a testa), brodo vegetale salato (fatto con carota, sedano e cipolla), cipolla, olio, prezzemolo.

Fate cuocere le seppie per una decina di minuti con olio e cipolla nella padella in cui preparerete il risotto, togliete la cipolla, salate le seppie, aggiungete il riso, fate tostare i chicchi, quindi coprite con tre mestoli di brodo vegetale caldo. Proseguite la cottura del risotto per quindici minuti circa, girando ogni tanto perchè non si attacchi e aggiungendo brodo quando necessario. Una volta spento il fuoco mantecate con il nero di seppia (dovete schiacciare le sacche, il nero uscirà, vi consiglio di fare l’operazione in una ciotola, togliere le sacche vuote e poi versare il nero nel risotto) e abbondante prezzemolo lavato e tritato.

Amoon, ora che ci penso a te il pesce non piace molto, ma non potevo non dedicarti il post di oggi, ancora auguri!