Come Preparare Parmigiana di Melanzane

Ciao a tutti e bentornati da queste parti, oggi pubblico un grande classico della cucina italiana estiva: la parmigiana di melanzane.

Credo che ognuno di noi abbia la sua versione di questa ricetta, tramandata nella famiglia, se vi fa piacere siete anche invitati a condividerla qui nei commenti, per me questo è un piatto che evoca vacanze, mare, spensieratezza.

Come vi dicevo nei post precedenti con il caldo amo cucinare carni bianche, o piatti vegetariani, che si possono preparare prima e scaldare leggermente prima di portarli in tavola, per poter sfruttare di più le belle giornate e stare all’aperto con B. fino a tardi nel weekend. Il giorno in cui abbiamo mangiato la parmigiana, ad esempio, siamo andati con i nostri amici Paola, Maurizio e il loro bimbo Alberto a vedere la mostra su Modigliani alla GAM e poi abbiamo portato i bambini a giocare al parco della Cittadella, arrivando comodamente a casa per le 19.

Per realizzare una teglia di parmigiana abbiamo utilizzato, scrivo al plurale perchè è una ricetta fatta con l’aiuto di B. e Mago Raffa, due melanzane grandi (in tutto pesavano un chilo), le abbiamo lavate, tagliate a fette, poi messe a spurgare con sale per una quindicina di minuti. Le abbiamo sciacquate bene, asciugate e quindi fritte in una padella antiaderente con abbondante olio d’oliva, poi le abbiamo messe in un piatto con carta assorbente da cucina per eliminare l’olio.

Nel frattempo Mago Raffa ha preparato un sugo con la polpa Mutti- ha usato due confezioni – poco olio, un pizzico di zucchero per togliere l’acidità e sale. Abbiamo unto una teglia con poco olio, versato uno strato di sugo sul fondo, fatto un primo strato di melanzane, su cui abbiamo messo sugo, parmigiano grattugiato e pezzetti di mozzarella (una mozzarella e mezza grande va benissimo), abbiamo poi ripetuto l’operazione più volte, fino a riempire la teglia, terminando con parmigiano e mozzarella.

Abbiamo fatto cuocere la parmigiana in forno già caldo a 180° per un quarto d’ora, poi alla sera, prima di mangiarla, l’ho riscaldata per cinque minuti. Spero che la mia ricetta e le foto vi piacciano, a presto.